LA REGIONE TOSCANA PRESENTA A VITA ALL’ARIA APERTA LA LEGGE 82/2006 – TESTO UNICO SUL SISTEMA TURISTICO REGIONALE

Stefano Romagnoli, dirigente per il  Settore Promozione economica, legislazione turismo e commercio ha spiegato in dettaglio tutti gli aspetti del nuovo testo che si propone di rimettere in campo una nuova governance pubblica.

 

Carrara 3 febbraio 2017

 

Il dirigente della Regione Toscana Stefano Romagnoli, responsabile del settore Promozione economica, legislazione turismo e commercio, affiancato da Francesco Guardi, funzionario legislativo della Regione, ha illustrato stamani davanti ad un nutrito pubblico di giornalisti, operatori del settore e sindaci, la Legge 82/2016, ovvero il Testo Unico sul Sistema Turistico Regionale, una legge di estrema complessità, sulla quale, ha dichiarato, si sta lavorando col massimo impegno risultando ormai inderogabile mettere mano ad un settore economico di primaria importanza nel nostro Paese, dopo che negli ultimi 5 anni “…si è praticamente assistito alla distruzione del sistema legislativo precedente, con la cancellazione  delle Aziende di promozione turistica (APT) nel 2010 e la riorganizzazione delle province a seguito della legge Del Rio, che tuttavia non avevano competenze in materia di turismo

in Toscana si era già provveduto, in parte, con legge regionale n. 25/2016 “Riordino delle funzioni provinciali in materia di turismo in attuazione della l.r. 22/2015 ” e poi con la legge regionale 86/2016, entrata in vigore il 12 gennaio di quest’anno, a “riparare alla frantumazione del mercato” che si era creata, prendendo atto peraltro degli enormi cambiamenti intervenuti rispetto alla legge del testo unico del 2000, da riscrivere completamente alla luce dei nuovi mezzi di informazione e gestione oggi esistenti con l’avvento del web.

Gli obiettivi, dunque,  che si prefigge la nuova  legge regionale n. 86/2016, composta da 159 articoli per 5 sezioni, sono molti e complessi.  “Semplificando molto possiamo dire che ci sono dei grandi temi che ci stanno a cuore, perché la legge è la trasposizione delle idee, e la nostra idea è che, fra l’altro,  si debbano introdurre anzitutto 2 concetti: il turismo sostenibile, supportando le imprese nella sua realizzazione, e il turismo accessibile, introducendo come obbligo la compilazione di una scheda descrittiva sull’accessibilità della struttura ricettiva che andrà resa disponibile sul web e sul materiale promozionale, per far sì che le persone con  problemi di mobilità ridotta possano essere correttamente informate in merito.”

Il nuovo sistema normativo indica che i Comuni si facciano carico dell’accoglienza e dell’informazione turistica, prevedendo anche la possibilità per i comuni di associarsi nell’ambito di specifici territori, funzione che al momento, data l’attuale fase transitoria,  è svolta dai Comuni capoluogo.  Il nuovo Testo Unico introduce inoltre il concetto di prodotto turistico omogeneo, col quale si intende l’insieme di beni e servizi di un territorio che rispondono a segmenti specifici, quali ad esempio il termale o la Via Francigena. In questo caso i  Comuni potranno  associarsi per tipologia di prodotto turistico, mediante la stipula di una convenzione. Un altro punto sono le novità introdotte per gli alberghi, principalmente
per la possibilità di ampliamento delle attività per i non alloggiati, rispetto alla somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, vendita al dettaglio al pubblico e istituzione di centri benessere. Dato il contesto era di particolare interesse per molti dei  presenti anche la legislazione per i campeggi, che supera  la definizione di facile / difficile rimozione, rinviando al rispetto delle prescrizioni urbanistico-edilizie e, ove previsto, paesaggistiche. Inoltre le legge toscana consente (oltre al 40% di case mobili) di offrire tende e relativi accessori di proprietà del gestore per un ulteriore  20% delle piazzole. Viene anche introdotta la categoria dei Camping-Village dove è consentita l’installazione di strutture temporaneamente ancorate al suolo allestite dal titolare o gestore in una percentuale ricompresa tra il 70 e il 30% del numero complessivo delle piazzole.

Fra gli altri numerosi punti si è parlato della necessità, prevista dalla legge, di chiarire ruolo e funzioni delle strutture ricettive extralberghiere per quanto concerne i B&B e le attività non professionali, dell’introduzione di una normativa specifica per gli affitti turistici alla luce dell’esplosione della cosiddetta sharing economy, portando quale esempio più eclatante la realtà di AIRBNB, e l’aggiornamento delle normative per le agenzie di viaggio, comprese quelle online, e di professioni turistiche con particolare attenzione alle guide turistiche.

Molti i rappresentanti dei Comuni della provincia di MS in platea. Secondo il Sindaco di Tresana, Matteo Mastrini:Lo sforzo messo in campo affinché ci sia un aggiornamento normativo è sempre apprezzabile, perché indica la volontà da  parte del legislatore di affrontare i problemi e le criticità esistenti; come Sindaco a contatto con i produttori e gli operatori del territorio riscontro che purtroppo spesso quello che manca è una corretta informazione riguardo alle normative stesse: un esempio fra i tanti citabili riguarda i Bed and Breakfast dove c’è poca chiarezza. Il mio suggerimento, e anche il mio augurio, è che la Regione faccia uno sforzo in più per avvicinarsi alle diverse realtà territoriali, confrontandosi con le loro necessità e richieste anche con azioni specifiche quali incontri informativi, come è stato quello del convegno di questa mattina.”

Elena Mosti guarda con ottimismo al nuovo Testo Unico sul Sistema Turistico, riconoscendo alla Regione la volontà di mettere mano con decisione a una materia di estrema complessità: “Personalmente, dopo aver lavorato per 7 anni in APT, alla fine del primo anno in qualità di Assessore alla Promozione del Territorio del Comune di Massa, sono molto sensibile e attenta a questa materia. Ritengo sia indispensabile imparare sempre più a fare rete nelle operazioni di promozione dei territorio, pur evidenziando, è chiaro, le specificità e caratteristiche di ognuno. La nostra è una terra bellissima, ne vado orgogliosa, una terra dove si può fare il bagno guardando le Apuane, ricchissima di storia, di cultura e tradizioni particolarissime, penso ai castelli, la via Francigena, la scultura, i parchi, le eccellenze enogastronomiche, davvero una ricchezza infinita che va promossa e fatta conoscere. Mi auguro che la Regione si renda conto che le nostre risorse sono davvero minime e che molto di quello che facciamo possiamo farlo grazie alla fattiva collaborazione degli operatori di settore, al quale va personalmente il mio plauso per la collaborazione che dimostrano nei confronti delle Istituzioni.”

 

Vita all’Aria Aperta è in programma fino a domenica. Si ricordano le degustazioni previste alle 12 e alle 16.30, tutti i giorni presso lo stand di Toscana Promozione Turismo. Inoltre in programma per domani, sabato 4 febbraio, la presentazione del Comune di Villafranca Lunigiana alle ore 10, alle ore 11.15 La rete Bicitalia e le ciclovie toscane a cura di Fiab Toscana.

I quindici Comuni della Provincia di Massa Carrara sono presenti in fiera per proporre itinerari e percorsi alternativi da scoprire in camper, in auto e in bici.

Tour.it e Tour.ismo in Libertà a Carrara, dal 2 al 5 febbraio tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

www. http://tourit.it/

———————————

Vita all’Aria Aperta è organizzata da CarraraFiere con il patrocinio ed il supporto di Regione Toscana e Comune di Carrara.

Media Partner ANSA

Partner tecnici: Associazione Il Tau – Serindform

Collaborano alla promozione del Salone e sono presenti le Associazioni A.C.T.I Italia Federazione Nazionale, Unione Club Amici, Confederazione Italiana Campeggiatori, Toscana Camper Club, Camper Club la Granda Italia, Promocamp Italia, Rivars e Fondazione Carnevale Viareggio
——————————

 

Uff. Comunicazione CarraraFiere –
Gabriella Monti (g.monti@carrarafiere.it) Tel. diretto 0585 1812454
Responsabile Laura Malavolta (l.malavolta @carrarafiere.it)

Cartella stampa completa e in costante aggiornamento scaricabile al link

https://goo.gl/ZxYQoK